Oggi siamo ripartiti alla volta dell’abito perfetto per un nostro futuro Sposo.
Ispirata dalla nostra ricerca, scrivo questo post come spunto per tutti quegli uomini in procinto di sposarci.

Nonostante la visione collettiva non lo ammetta, l’abito dello sposo è importante tanto quanto l’abito della sposa.
Esso deve rispecchiare la personalità dello sposo, esaltandone la figura e mettendolo a proprio agio.

A volte trovare l’abito giusto potrebbe essere una ricerca fulminea, altre volte potrebbe diventare lunga ed estenuante.
Il rischio è di cadere in una sorta di confusione mentale, specialmente se si provano molti abiti.

Ma vediamo insieme quali sono le principali linee classiche quando si parla di abiti da Sposo.

Il dress code maschile per gli abiti da cerimonia è da sempre legato ad alcuni precetti del galateo.
Per evitare di sbagliare nella scelta del vestito in un’occasione importante come quella del matrimonio, è bene conoscere le differenze tra i vari modelli per poterne adattare lo stile al giusto contesto.

Gli abiti da sposo classici sono essenzialmente cinque:
il tight, il mezzo tight, lo smoking, il frac e l’abito a tre pezzi.

 

Tight

Il tight è un abito adatto a cerimonie formali ed eleganti.
Prevede una tipica giacca corta davanti con chiusura a un solo bottone, e con due code arrotondate dietro. Pantaloni a taglio dritto. Gilet, a cinque o sei bottoni, generalmente grigio secondo la tradizione, ma anche di seta colorata o con fantasie damascate. Cravatta ampia chiamata “plastron”, proibiti con il tight sia il papillon che il cravattino. E infine camicia rigorosamente bianca fermata sui polsini da due gemelli gioiello.
Guanti, cappello e bastone vanno a completare un look davvero d’altri tempi.

Perfetto per matrimoni ambientati in castelli, antichi borghi o abbazie che incrociano uno stile sfarzoso dal sapore retrò.

 

 

Mezzo Tight

Il mezzo tight è un abito dal carattere meno formale e più moderno rispetto al tight.
È composto dagli stessi elementi. L’unica differenza sostanziale è nella giacca, che non possiede le due code, ma ha la stessa lunghezza di una giacca tradizionale classica con chiusura a due bottoni.

Un modello adatto a cerimonie eleganti in prestigiose ville. Atmosfere chic e curate nei minimi particolari.

 

 

Smoking

Lo smoking, solitamente nero o blu, ma anche bianco, è composto da giacca monopetto con chiusura a un bottone, o giacca doppiopetto con chiusura a quattro bottoni. Pantalone dritto, senza risvolti. Camicia rigorosamente bianca, semplice, con colletto abbassato e polsini da moschettiere chiusi da gemelli.
Questo modello si caratterizza per gli inserti in raso applicati sui revers (risvolti) della giacca, talvolta anche lungo la cucitura esterna del pantalone.
Ma l’accessorio fondamentale che contraddistingue questo look è il papillon, in seta o in raso.

Abito utilizzato spesso per cerimonie civili o che si svolgono di sera. In particolar modo per quei matrimoni in stile hollywoodiano, chic ma mai fuori posto.

 

 

Frac

ll frac è il modello classico di abito maschile più elegante in assoluto. Tra gli abiti da Sposo è quello meno utilizzato.
E’ composto da giacca nera con revers di raso, senza chiusura. Essa è corta alla vita e dietro si allunga con le classiche code di rondine. Pantalone, sempre nero, senza pieghe né risvolti, ma con due galloni di raso sulla cucitura esterna. Gilet contraddistinto da abbottonatura bassa con tre o quattro bottoni, obbligatoriamente bianco, così come il papillon che completa l’abito.

Abito che ricorda il principe delle favole. Perfetto per matrimoni dallo stile regale, in antichi castelli e con ambientazione fiabesca.

 

 

 

Abito a tre pezzi

L’abito a tre pezzi, infine, è un abito meno formale, molto apprezzato dagli sposi più giovani. Questo modello permette una maggiore personalizzazione e creatività negli accostamenti di colore.
Giacca a monopetto con tasche a filetto, chiusa da uno a tre bottoni. Pantaloni classici e senza risvolto. Camicia solitamente bianca che può essere accompagnata da cravatta o plastron.

Ideale per quegli sposi che si sentono anticonformisti. L’abito a tre pezzi si addice ad un tipo di matrimonio giovane, fresco ed informale.

 

Conoscere le regole è indispensabile, per poterle seguire o infrangere!

Le regole da rispettare in fin dei conti rimangono davvero poche.
Importante abbinare l’abito da Sposo a quello della propria Lei per evitare accostamenti strampalati e poco armoniosi.

Inoltre, tutti gli uomini presenti alla cerimonia dovrebbero indossare lo stesso modello scelto dallo sposo, soprattutto per quelle cerimonie più formali. Ma questo in realtà è un vincolo ormai prosciolto, legato solo ai propri gusti e alle proprie idee.
Affidarsi ad un Wedding Planner nella ricerca del proprio abito potrebbe essere una scelta che solleva da stress e ansie inutili.
Dal nostro canto, noi Wedding Planner abbiamo il dovere di trovare le migliori soluzioni in base al carattere della persona che ci sta di fronte.
Allo stesso tempo, abbiamo il piacere ed il privilegio di assistere lo sposo ricreando anche per lui un momento magico ed appagante.

Noi oggi abbiamo trovato l’abito giusto per il nostro futuro Sposo.
Un abito che lo rappresenta fisicamente e caratterialmente…

E il tuo vestito ideale qual’è?

 

La fiducia parte dal Cuore

 

Condividi suShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn